I nostri viaggi

0 posti

Reset password

Sardegna selvaggia e blu: mare, ovili e “bacu”

Trekking di 7 giorni per scoprire il fascino selvaggio e mediterraneo del Supramonte di Baunei, tra mare e monti, ma sempre vicino al mare (si può fare il bagno 5 giorni su 7). È una vacanza avventurosa, di totale immersione nella natura, che chiunque abbia un po’ di allenamento nel camminare può affrontare. Il tutto organizzato con spirito “ecologico”, piccoli gruppi di persone che insieme vogliono conoscere la natura ai ritmi lenti dei propri passi.

Il viaggio a piedi parte da Genna Silana, si visitano le Gole del Gorropu, poi entra nella spettacolare Codula di Luna, arriva al mare alla Cala di Luna, risale e scende alla Cala Sisine. Qui faremo sosta due notti. Poi il Golgo, Cala Goloritzè, una notte in un ovile, e la discesa spettacolare verso Pedra Longa. Siamo nel Golfo di Orosei, una delle poche aree marine incontaminate d’Italia, senza strade che la percorrono: calette nascoste con acqua trasparente, rocce e sassi, oleandri e lecci, gli antichi ovili di ginepro e sassi e grotte in cui ripararsi, tutto in un viaggio a piedi indimenticabile.

Si dorme due notti in albergo e le altre in modo spartano, col sacco a pelo, all’aperto, si mangia la cucina tipica locale (molto buona) ogni sera al ristorante o presso gli ovili di pastori molto ospitali.

Cammini di Pace

I Cammini di Pace sono una proposta per viaggiatori che vogliono percorrere sentieri non solo esteriori ma anche interni. Sono viaggi, ciascuno con la sua diversa particolarità, in cui il camminare diventa strumento privilegiato per incontrare gli altri, la Natura, e se stessi. Sono momenti in cui, con il sostegno della guida e del gruppo, ciascuno è invitato a prendersi cura di sé attraverso la strada, le pratiche e gli spunti proposti. Per saperne di più, potete visitare il sito www.camminidipace.it.

Deep Walking

A valorizzare ancora di più il viaggio c’è l’esperienza delle camminate meditative e consapevoli proposte dalla guida seguendo le tradizioni del buddismo zen e dello sciamanesimo tolteco. Questo infatti è un viaggio di Cammino Profondo, per questo aspetto si veda anche il sito www.deepwalking.org. E l’alimentazione è senza carne.

Programma

Sabato 14

Viaggio per arrivare in Sardegna

Domenica 15

Ritrovo a Olbia ore 7.30-8.00, poi alle ore 8.15 partenza con autobus pubblico per Genna Silana, sistemazione in albergo. Escursione senza zaini nelle Gole del Gorropu. Ore di cammino 4h30

Lunedì 16

Genna Silana – Codula di Luna – Cala Luna. Ore di cammino 6h30; disl. 1.000 m in discesa

Martedì 17

Cala Luna – Cala Sisine. Ore di cammino 5; disl. 600 m in salita e in discesa

Mercoledì 18

Escursione in un “bacu”: un po’ di avventura. Ore di cammino 7

Giovedì 19

Cala Sisine – Il Golgo. Si dorme in camere da 2/4 letti. Ore di cammino 5; disl. 400 m in salita

Venerdì 20

Il Golgo – Cala Goloritzè – ovile Dologaccoro. Ore di cammino 6; disl. 550 m in salita, 500 m in discesa

Sabato 21

Ovile Dologaccoro – Pedra Longa – Baunei. Ore di cammino 4h30, disl. 700 m in discesa. Pulmino per Olbia e viaggio di ritorno a casa

Altre informazioni utili

Luca ci tiene a precisare che i suoi sono viaggi in cui è molto importante avere una buona motivazione, voglia di condivisione e spirito di adattamento.

Ritrovo: domenica 15 settembre, ritrovo a Olbia porto per le ore 7.30-8.00, poi alle ore 8.15 partenza con autobus pubblico per Genna Silana

È complicato prendere voli aerei che arrivino il giorno stesso dell’appuntamento. Quindi vi consigliamo di venire in traghetto, con traghetti che sbarchino massimo massimo alle ore 8.00, oppure di arrivare la sera prima, sistemarvi a Olbia per la notte e trovarvi la mattina dopo all’appuntamento. Se venite in aereo il giorno stesso, sappiate che il bus si ferma fuori dall’aeroporto alle 8.30, e non possiamo ovviamente trattenerlo se siete in ritardo. Se lo si perde non ce ne sono altri.

Rientro: finiamo il cammino a Baunei alle ore 15 di sabato 21 settembre. Poi prendiamo il pulmino privato che ci porta a Olbia. Arriveremo in aeroporto verso le 19.00 e in porto alle ore 19.20

Difficoltà: alcuni sentieri di questo cammino sono accidentati, sconnessi, si richiede un buon equilibrio e una buona sicurezza dei propri piedi

Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia (consigliati di pelle), abbigliamento comodo per camminare, si consiglia lana merinos per calze e magliette, zaino ergonomico, sacco a pelo caldo, materassino. Dopo la conferma della partenza, riceverete le note di viaggio e l’elenco delle cose da portare.

Nota sui sacchi a pelo.
In questo viaggio occorre un buon sacco a pelo, perché di notte può far freddo. Siccome molte ditte sono poco serie nell’autocertificazione delle temperature, non è quello il metro per valutare un sacco a pelo. Non credete alle frottole di chi vi dice che con un sacco a pelo di 500 grammi si può star caldi! Il peso del sacco a pelo è direttamente proporzionale al suo potere calorico! Si consiglia caldamente un sacco a pelo in piumino, con percentuale di piumino almeno 80/20. Valutare attentamente il peso del piumino interno, è l’altra variabile fondamentale: consigliamo almeno 500 g di piumino (che corrisponde a un peso totale di 1,2 kg), meglio ancora se 600 g di piumino. I materiali sintetici sono a oggi meno caldi e affidabili del piumino, quindi dovrete avere un peso superiore per avere caldo.
Se volete consigli anche sui nomi delle marche, ecco una pagina di Luca Gianotti dedicata ai consigli.

Notti: si dorme 2 notti in un letto, poi con materassino e sacco a pelo per terra, sotto tettoie, sulla spiaggia o in stanze degli ovili.

Nota importante sull’alimentazione: seppur consapevoli che la carne è un piatto tipico della cucina sarda, i viaggi di Deep Walking per scelta sono viaggi di depurazione dalla carne, per cui durante il viaggio non si mangia mai carne. Si mangia forse un paio di volte pesce, ma questo è discrezionale. Chi vuole mantenere una dieta tutta vegetariana o tutta vegana ha sempre alternative.

Guardate le foto di precedenti viaggi:
Foto di Claudia Costa, 04/2012
Montaggio di Claudia Costa, 04/2012
Foto di Leandra Bucconi, 09/2011
Foto di Silvia Pacini, 09/2011
Montaggio di Patrizio Pierallini, 09/2011

Ecco un video che racconta il viaggio di un precedente anno.

Alimentazione: chi è vegetariano/vegano o chi ha particolari necessità alimentari lo comunichi per tempo, cioè al momento dell’iscrizione.

Iscrizioni: dopo la conferma telefonica per verificare la disponibilità di posti, inviare 150 euro (+ 20 euro se non avete la tessera per il 2019).

Pagamento: tramite c/c bancario Banca Etica, IBAN: IT18Y0501812101000000135454, intestato a Compagnia dei Cammini, specificando nella causale del bonifico Nome Cognome – 914 Sardegna selvaggia e blu: mare, ovili e “bacu”. Il saldo di 100 euro deve essere versato entro il 02-09-2019. Se richiesto dalla segreteria sarà necessario consegnare alla guida la ricevuta di pagamento delle quote.

I nostri gruppi hanno mediamente una composizione tra gli 8 e i 15 partecipanti. I viaggi di Velatrek invece tra i 6 e gli 8 mediamente. La partenza del viaggio sarà confermata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

Assicurazioni e condizioni: leggi più informazioni sulle polizze assicurative e le condizioni viaggio.

Consigliamo di lasciare a casa il telefono cellulare. Offriamo ai partecipanti ai viaggi il lusso di essere irreperibili per alcuni giorni. Nella nostra quotidianità infatti è impossibile esserlo, e il viaggio invece ci può regalare un momento solo per noi, nel nostro qui e ora. Se avete la necessità di avere il telefono cellulare con voi sappiate che però durante i Cammini della Compagnia si può tenerlo acceso solo alla sera dopo ogni tappa e al mattino prima di partire. Mai durante il cammino, comprese le soste. Se volete lasciare a casa il telefono, sempre incontreremo quelli pubblici e quello della guida sarà a vostra disposizione in casi di emergenza. Il Cammino è un cammino di gruppo e del qui e ora, il cellulare, l’I-pod e oggetti simili non permettono di godere a pieno dell’esperienza di cammino che come Compagnia dei Cammini proponiamo.

Consigliamo ai camminatori la lettura del libro L’arte del camminare di Luca Gianotti (Ediciclo 2011), che contiene tanti utili suggerimenti sia pratici che psicologici per affrontare preparati i nostri cammini. E consigliamo anche la lettura del libro Alzati e cammina di Luigi Nacci (Ediciclo 2014) per trovare la motivazione interiore a mettersi in cammino.